mercoledì 30 maggio 2018

Sciacca, Convegno dell'Ente di Sviluppo Agricolo

2018 Anno del cibo italiano:

 il ruolo dei Borghi GeniusLoci De.Co. 

 Convegno dell'Ente di Sviluppo Agricolo della Regione Sicilia all'Istituto Calogero Amato Vetrano di Sciacca











Nella circostanza è stata presentata dal vicesindaco di Montevago Giuseppe Arcuri e dallo chef Francesco Mauceri la 'cassatedda sfigliuliata' Il Comune di Montevago guidato dall'On Rita La Rocca Ruvolo, ha avviato il percorso Borghi GeniusLoci De.Co.





Con la cerimonia di consegna dei riconoscimenti di Custode dell'Identità Territoriale all'Istituto 'Amato Vetrano' e Leader&Leader all'imprenditore di Burgio Ciro Miceli si sono conclusi i lavori dell'incontro moderato da Lillo Sardo, consigliere di amministrazione dell'Esa, aperto dall'indirizzo di saluto del dirigente scolastico Caterina Mulè e del presidente nazionale della Fijet Italia Giacomo Glaviano.

Sono seguite le relazioni di Nino Sutera    ideologo del percorso     sui Borghi GeniusLoci,    di Giosuè Catania sull'identità come valore, i quali hanno stigmatizzato che si tratta di una occasione importante per valorizzare e mettere a sistema le tante e straordinarie eccellenze e fare un grande investimento per l'immagine del nostro Paese nel mondo.




Il percorso Borghi GeniusLoci De.Co. È un percorso culturale che mita a salvaguardare e valorizzare il 'locale', rispetto al fenomeno della globalizzazione, che tende ad omogenizzare prodotti e sapori. Il Genius Loci rappresenta l'essenza, l'identità di un territorio; ad appartengono le immagini, i colori, i sapori e i profumi dei paesaggi. Obiettivo del percorso recuperare l'identità di un luogo, attraverso anche la valorizzazione delle prodzioni di eccellenza e delle tradizioni storiche e culturali dello stesso, al fine di ottimizzare la competitività, Abbiamo un patrimonio unico al mondo che grazie all'Anno del Cibo potremo valorizzare ancora di più, una vera attrazione turistica capace di muovere un target di viaggiatori che la letteratura internazionale definisce 'foodies' viaggiatori sensibili al patrimonio culinario locale e non solo.










Nessun commento:

Posta un commento