sabato 2 settembre 2017

Olio Folk Fest


Sabato 9 settembre  2017 – Caltabellotta – Ag

L’Azienda Sperimentale Campo Carboj di Menfi custodisce

 la banca

  di collezione del  germoplasma 

dell’olivo autoctono siciliano

L’evento rappresenta una occasione per recuperare le origini per promuovere il territorio e valorizzarne le eccellenze culturali (beni materiali e immateriali): i monumenti, i  prodotti agroalimentari e le tradizioni enogastronomiche collegate al territorio, afferma Francesca Cerami di Idimed


































                      

                   La collezione ex-situ costituita da un intenso e proficuo  rapporto di collaborazione tra il Dipartimento Scienze Forestali e Agrarie dell’Università di Palermo e il  Campo Carboj dell’Ente di Sviluppo Agricolo della  Regione Siciliana,  può essere considerata l'unica fonte di materiale di propagazione di genotipi siciliani, standard varietali di riferimento.
                      La tutela della biodiversità nel settore agricolo deve rispondere all'esigenza, fortemente sentita negli ultimi anni, di conciliare un'agricoltura produttiva con la tutela degli ecosistemi, mantenendo la complessità e la ricchezza genetica delle specie agricole.
La perdita di biodiversità in agricoltura è un fenomeno che, oltre a interessare la scomparsa di geni che permettono alla biosfera di adattarsi alle continue mutazioni ambientali, producono una perdita di notevole importanza nella cultura del genere umano poiché, insieme alle specie e alle varietà, scompaiono paesaggi, sistemi produttivi, saperi, conoscenze e tradizioni ad esse legate
                         Questo straordinario lavoro  è   frutto dalla partecipazione attiva  di eccellenze professionali, come, docenti universitari, ricercatori, funzionari dell’Ente, vivaisti, innestatori, titolari di frantoi, commercianti di olio ed esperti olivicoltori delle varie aree di provenienza delle cultivar di olivo, conclude Nino Sutera,  Coordinatore dell’Osservatorio di NeoRuralità dell’Ente.

L’iniziativa  rilancia il “valore” della Comunità di Caltabellotta, i beni architettonici, il centro storico, le produzioni olivicole e agroalimentari, le associazioni del terzo settore, gli itinerari turistici e culturali, gli usi e costumi che rendono unici ed eccezionalmente attraenti i nostri paesi siciliani agli occhi dei visitatori.
Una giornata per focalizzare gli aspetti salienti di un progetto di sviluppo sostenibile che si fonda sull’identità e la cultura, sulla salute e sulla sostenibilità sociale e ambientale. Che parte dal passato, dalla tradizione, celebra il presente, le risorse locali e guarda al futuro attraverso la ricerca, l’innovazione, l’aggregazione e la sperimentazione.
Laboratori di assaggio e di degustazione, show cooking, focus tematici, per invitare i produttori, gli esperti del settore, gli accademici, gli operatori economici, i soggetti istituzionali e il privato sociale a “dialogare” per  programmare insieme uno sviluppo integrato, partecipato e sostenibile.

Alla  Tavola Rotonda “Territorio, tradizione, innovazione”
Dopo i Saluti istituzionali, parteciperanno
Dugo Giacomo, Caterina Mulè,  Peppino Bivona, Salvatore Gazziano, Germano Boccadutri,  Vincenzo Cusumano, Irene Polizzotto e Graziano Barbanti,Bartolo Fazio,  Paolo Mandracchia, Dino Catagnano,  e  Nino Sutera,  
            Modera: Francesca Cerami, Direttore Idimed

Al termine Consegna del riconoscimento di “Custode dell’Identità Territoriale” del percorso Borghi GeniusLoci De.Co.  al Sindaco di Caltabellotta Paolo Segreto.
  

Nessun commento:

Posta un commento